martedì 13 ottobre 2015

Richard Linklater e il "suo" Tempo


Richard Linklater e il “suo” Tempo
(di Gesufrancesco Petrillo)

 Classe 1960, Richard Linklater, nasce a Houston Texas Stati Uniti d’America. 
Se il suo film di esordio nel 1988 It's Impossible to Learn to Plow by Reading Books è un mezzo fiasco, con Slacker (1991) vince il Gran Premio della Giuria al Sundance Film Festival nel 1991, e nel 2015, con Boyhood, vero e proprio esperimento narrativo, vince il Premio Oscar come miglior film dell’anno.
Il regista è artefice di una produzione varia ed eterogenea, caratterizzata nella sua totalità da due costanti: il lavoro sulla percezione e il cambiamento che il tempo regola.
Linklater sviluppa una sua multiforme traiettoria espressiva riguardante il mondo interiore dei personaggi, attraverso un percorso in grado di saper veramente guardare, vedere e scrutare in profondità, con modalità espressive caratterizzate da sperimentazioni. Come i teorici della Nouvelle Vague è capace di mostrare la realtà attraverso la conoscenza dei mezzi espressivi a sua disposizione, il più possibilmente fedeli nell’incontro tra ogni individuo e il suo tempo, infatti, ogni suo film si comprime in lassi temporali di una notte, di un giorno o di un periodo.
Nel 1993, Dazed And Confused (La vita è un sogno).

Il film fu realizzato con attori esordienti e riesce a raccontare, nell’arco di tempo di una giornata, la generazione adolescenziale americana degli anni ‘70 alle prese con la droga e l’alcool. Splendida la colonna sonora firmata dagli Aerosmith, Bob Dylan i Kiss e tanti altri.
Nel 1998 esce in sala, The Newton Boys (Newton Boys). Il film rappresenta per il regista il ritorno al cinema classico. È la storia di quattro fratelli, rapinatori di banche che un giorno decidono di realizzare il GRANDE COLPO che li renderà  multimiliardari e leggendari... sempre che la polizia non riesca a svelare il colpo.
Nel 2001, Linklater sperimenta l’animazione attraverso l’uso dell’acquerello, Waking life

è un film visionario nel quale il protagonista, con un viaggio di pure allucinazioni, prende consapevolezza della “vita” valorizzata dalla comunicazione e lo scambio di idee.

Nel 2003, School of Rock,
una divertente commedia musicale,  dove l’attore Jack Black interpreta per il regista uno squattrinato musicista che sogna di diventare un emulo dei divi del rock. Un film che pone la musica rock al centro di un percorso didattico ed esistenziale.
A due anni di distanza, nel 2005, esce al cinema Bad New Bears (Che botte se incontri gli Orsi) dove un ex giocatore di baseball, alcolista, viene ingaggiato per allenare una squadra giovanile, fatta di ragazzi con scarse doti sportive. Nonostante le difficoltà sia l'allenatore che gli allievi riusciranno a cambiare le loro vite.
Nel 2006 con  A Scanner Darkly (A Scanner Darkly – Un oscuro scrutare),
un fotogramma da A scanner darkly
Linklater ritorna al cinema di animazione; tratto dal romanzo di Philip K. Dick, è la genesi di una schizofrenia attraverso uno “stupefacente” sogno digitale, nel quale si mescolano a causa di una misteriosa droga utilizzata a scopo sociale, il passato, il presente ed i pensieri della popolazione compromessa nella vicenda.
Sempre nello stesso anno, Fast Food Nation, basato sul libro di Eric Schlosser. Don direttore marketing di una catena di fast food ha appena scoperto la presenza di carne contaminata nei suoi hamburger. Per capirne la causa, il protagonista effettuerà un viaggio attraverso i mattatoi dove la carne “cruda” viene preparata, e scoprirà la  realtà degli immigrati clandestini sfruttati e le condizioni pericolose in cui operano.
 
Il film Me and Orson Welles (2009), ispirato al romanzo omonimo di Robert Kaplow, narra la vicenda di un giovane studente notato casualmente dal regista Orson Welles che ne rimane talmente colpito da affidargli una piccola parte nella sua produzione teatrale del Giulio Cesare di Shakespeare, l’esperienza lo porterà a conoscere molte cose sulla vita e sull'amore.
Nel 2013 Linklater conclude con Before Midnight una trilogia nel quale ritroviamo sempre gli stessi attori, E. Hawke e J. Delpy, che a poco meno di vent'anni dal loro primo incontro, nel 1995 a Vienna (Before Sunrise), e a circa dieci dal secondo, nel 2004 a Parigi (Before Sunset), li ritroviamo 41enni in una vacanza in Grecia. Nel corso di una giornata intera, seguiamo il loro disaccordo che si fa sempre più grande, portando il loro rapporto di coppia sull'orlo dell'irreparabile. Il film è un ininterrotto dialogo sulla “vita”, quella di tutti i giorni, quella di ieri, di oggi e di domani.
l'attore Ellar Coltrane 
durante la lavorazione del film (12 anni)
L'ultimo capolavoro del regista è del 2014, dal titolo Boyhood, un film che segue la “vera e propria” crescita di Mason e della sua famiglia, la lavorazione del film è durata 12 anni. Il viaggio si compie dall'infanzia all'ingresso nel college, dove vengono rappresentate antropologicamente le situazioni ordinarie della contemporaneità in ambito scolastico e domestico, nella provincia nordamericana. Girato in presa diretta dal 2001 al 2013 con i protagonisti che invecchiano e crescono entrando nel movimento del tempo, il film non mostra, ma osserva e fa osservare. Oggi Linklater è riuscito nel compito di dissimulare e contemporaneamente mostrare il tempo che scorre e la monotonia cadente del quotidiano e questo fa di lui un cineasta con il quale sarà buona abitudine fare i conti d'ora innanzi.
Su Richard Linklater la Biblioteca di area delle Arti - Sezione Spettacolo “Lino Miccichè” ha cercato e cerca ancora di essere aggiornata sui suoi film (attualmente dispone di 10 titoli su 17), per poter offrire ai suoi utenti una filmografia sempre più ampia.
Filmografia
(in grassetto i titoli presenti nel Catalogo della Biblioteca di Spettacolo “Lino Miccichè”:

1988 It's Impossible to Learn to Plow by Reading Books
1991 Slacker
1993 Dazed And Confused (La vita è un sogno)
1995 Before Sunrise (Prima dell'alba)
1996 SubUrbia
1998 The Newton Boys (Newton Boys)
2001 Waking life
2001 Tape
2003 School of Rock
2004 Before Sunset (Prima del tramonto)
2005 Bad New Bears (Che botte se incontri gli Orsi)
2006 A Scanner Darkly (A Scanner Darkly – Un oscuro scrutare)
2006 Fast Food Nation
2009 Me and Orson Welles
2011 Bernie
2013 Before Midnight
2014 Boyhood

1 commenti:

Carlo Spadafora ha detto...

School of Rock è un capolavoro e Jack Black immenso

 
#cf4a { height: 200px; margin: 3em 0; position: relative; width: 400px; } div#cf4a img { border-left: 1px solid #ccc; border-top: 1px solid #ccc; box-shadow: 5px 5px 5px #aaa; position: absolute; left: 0; } div#cf4a img { animation-duration: 16s; animation-iteration-count: infinite; animation-name: cf4FadeInOut; animation-timing-function: ease-in-out; } div#cf4a img:nth-of-type(1) { animation-delay: 12s; } div#cf4a img:nth-of-type(2) { animation-delay: 8s; } div#cf4a img:nth-of-type(3) { animation-delay: 4s; } div#cf4a img:nth-of-type(4) { } @keyframes cf4FadeInOut { 0% { opacity: 1; } 17% { opacity: 1; } 25% { opacity: 0; } 92% { opacity: 0; } 100% { opacity: 1; } } .slideshow-container { width: 260px; height: 200px; background: #940F04; border: 2px solid #940F04; }